Come Mi Sono Convinto Ad Entrare Nel Mondo Delle Crypto!

Prima di tutto, voglio ammettere che all’inizio mi sono avvicinato al mondo delle criptovalute per il tasso enorme di crescita che stavano avendo rispetto al dollaro e per tentar di sfruttare questo trend. Per mia sfortuna eravamo a fine 2017 nella fase del picco massimo, e cosa è successo dopo è chiaro a tutto. Ma nonostante la perdita economica importante sono felice.

Sono felice perchè ho scoperto una nuova forma di denaro digitale, ed una nuova industria che è inarrestabile. E’ talmente tanto innovativa rispetto a quella attuale, che col tempo riuscirà a prendersi sempre più mercato fino a diventare globale. Mi ricorda un pò il primo internet.

Devo fare un’altra piccola ammissione: conoscevo poco o nulla su economia e finanza, e se ne so un pò ora, è grazie a Bitcoin che mi ha aperto la mente e mi ha spinto ad andare a studiarli. Come ho detto prima, il mio primo approccio è stato completamente da un punto di vista speculativo.

Penso che sia difficile capire la necessità di una nuova forma di valuta per proteggerci dai governi e dalle banche se non conosciamo argomenti come:

1) La storia del dollaro, l’inflazione e il suo continuo declino del valore del potere d’acquisto

2) La crisi finanziaria del 2007-2008

3) Grandi truffe si sono verificate attraverso istituti accreditati

4) L’iperinflazione che ha portato alla caduta economica di intere nazioni è già avvenuta in Zimbawe e Venezuela e si sta verificando in Argentina

5) Infine, e non ultimo per importanza, dato che per me è una pratica assolutamente inaccettabile, il fatto che ogni volta che devi ritirare i “tuoi” soldi dalla banca DEVI dare spiegazioni

Questi sono solo alcuni dei problemi portati alla luce da Bitcoin riguardo l’attuale sistema economico. Un altro problema globale portato alla luce da Bitcoin, e con il quale attraverso la blockchain possiamo iniziare a combattere, è il monopolio dei dati e l’uso scorretto fatto dalle grandi aziende.

Non sto solo parlando del problema della privacy, ma sto parlando della monetizzazione dei dati e della manipolazione di massa. Per quest’ultimo argomento, ti suggerisco di guardare il film Netflix intitolato The Great Hack, che parla dello scandalo di Cambridge Analytica.

Bitcoin, in oltre 10 anni di vita, ha dimostrato:

#1 Di essere decentralizzato quindi non comandato da alcuna entità centralizzata (sebbene si debba dire che questa decentralizzazione non è così marcato nel campo del mining e che la distribuzione di Bitcoin è ancora concentrata in poche mani).

#2 E’ resistente alla censura, qui ti invito a guardare un altro documentario su Netflix, Banking On Bitcoin, in cui capisci quanto problemi gli early adopters hanno avuto con giustizia. La stessa giustizia che una volta capito che non poteva fare nulla, ha provato e sta cercando di regolamentizzare il fenomeno in modo tale da monetizzarlo.

#3 E’ sicuro: la blockchain Bitcoin non è mai stata hackerata sin dalla sua nascita.

Detto questo, Bitcoin non è il Santo Graal. Uno dei maggiori problemi di Bitcoin che causa la mancanza di adozione di massa è la mancanza di scalabilità, al momento consente circa 7 tps (mentre VISA 25.000+) e un altro problema importante è la Proof Of Work, il protocollo di consenso su cui è costruito Bitcoin , che spreca troppa energia. Tuttavia, si sta cercando di ovviare a questi problemi con la Lightning Network.

Se mi chiedi se Bitcoin verrà utilizzato nei prossimi 100 anni come una forma di denaro scambiabile per le spese quotidiane, la mia risposta è no. Penso di no per i due problemi sopra elencati ma anche perché Bitcoin nei 10 anni di vita è cresciuto da $ 0,00 a oltre $ 10.000. Non vi è alcun motivo per cui le persone spendano un bene che ritengono possa essere apprezzato nel corso del tempo.

Se penso che Bitcoin possa essere apprezzato 10 volte, non comprerò $ 100 di scarpe usando Bitcoin, perché nella mia testa è come spendere $ 1000. Un’altra risorsa che è apprezzata nel tempo è l’oro. Compreresti $ 100 di scarpe pagandole con l’equivalente in oro?

Uno dei casi d’uso reali che Bitcoin potrebbe avere è la riserva di valore (store of value).

Anche se gli investitori in oro potrebbero non essere d’accordo perché BTC è molto più volatile dell’oro e perché è un bene digitale e non fisico, vorrei che fosse chiaro a tutti che siamo nell’era digitale. Se togli uno smartphone da una persona, oggi è come se gli stessi tagliando un braccio. La stessa cosa.

I bambini di oggi e gli adulti di domani sono nati nell’era digitale. Sono nati con Youtube, Twitch, Instagram, ecc. Ad oggi, il digitale è molto più considerato dei vecchi metodi tradizionali, almeno sotto il punto di vista della nuova generazione. Oggi, i bambini ricchi donano $ 20.000 o più al loro streamer preferito e acquistano fucili digitali su un videogioco per $ 74.000.

Volevo introdurre l’argomento del gaming perché è un altro dei settori che la blockchain può rivoluzionare. Nei videogiochi moderni, i produttori possono avere lo stesso comportamento scorretto delle banche con i nostri soldi, letteralmente “stampando” a loro discrezione qualsiasi oggetto o risorsa digitale che desiderano e in qualsiasi quantità.

Ad esempio, se su Dota2 un determinato fucile può valere $ 1.000 per la comunità, chi assicurerà che il produttore di Dota2 non ne creerà altri? Questo è un problema che piattaforme come Enjin stanno cercando di risolvere, creando una piattaforma per creare videogiochi e risorse digitali supportate da criptovalute reali.

Prendiamo come esempio una famosa piattaforma di streaming di videogiochi attuale, Twitch. Twitch guadagna con la pubblicità, con le commissioni sulle sottoscrizioni e molto altro. Una piattaforma basata su blockchain può offrire lo stesso servizio di Twitch però dando ai propri utenti del valore monetario in cambio. Prendi ad esempio Sliver o Dlive che premiano i loro utenti in base a quanti minuti di streaming guardano. Questo è rivoluzionario.

E questo nuovo sistema di ridistribuzione del denaro può essere applicato praticamente a tutti i settori digitali, che voglio ricordare ai miei amici investitori d’oro, valgono OGGI migliaia di miliardi di dollari!

È curioso vedere come Anthony Pompliano lancia un guanto di sfida a Peter Schiff dicendo di voler scommettere $ 100.000 su quale asset sarà più apprezzata nei prossimi 10 anni tra oro e bitcoin e come quest’ultimo abbia rifiutato.

Voi invece come vi siete avvicinati al mondo del Bitcoin, della blockchain e delle criptovalute? Faccelo sapere con un commento sotto al post o vieni nel nostro canale Discord.

Scrivi un Commento

vedi tutti i commenti